potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo/default.jpg" /> potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo/0.jpg" /> potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo/1.jpg" /> potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo/2.jpg" /> potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo&hl=en&fs=1&rel=0&autoplay=1" /> potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l'ombra di un'automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: "Cogli l'attimo&hl=en&fs=1&rel=0&autoplay=1">

Social Media Strategies & Web Marketing Solutions

“Cogli l’attimo”, un Contenuto Virale scavalca il Brand

Poco più di un anno fa, ho partecipato ad un Laboratorio di Comunicazione Pubblicitaria tenuto all’Università da un professionista navigato del settore. Nel corso di una delle lezioni, il nostro relatore ci ha fatto una domanda che ora io giro a voi:

Vi ricordate di quella pubblicità in cui una ragazza esce di casa urlando: “Adesso esco e vado col primo che incontro!”? Un suo vicino di casa sta lavando i piatti, la sente e scende di corsa le scale per farsi trovare, con ancora i guanti indosso, davanti alla porta della ragazza. Appena questa esce, lui la saluta dicendo “Buonaseeeeeeeera”. Che pubblicità era? Qual’era la marca? Qual’era il prodotto pubblicizzato?

Voi la ricordate? Sono quasi sicuro di sì. Ma ricordate il Brand od il Prodotto che veniva pubblicizzato in quello spot?

Nell’aula calò un secondo di silenzio e poi, accompagnate da sorrisi spavaldi ed esclamazioni, si alzarono le mani e le risposte: “Era la pubblicità di un detersivo!”, “Era del Nelsen Piatti!”, “I Sofficini!”, “I guanti da cucina!”…

Sarà capitato anche a voi di vedere quello spot, tanto tempo fa. Decine, centinaia di volte. Magari, con i vostri amici, avete scherzato salutandoli con quel “Buonaseeeeera” che vi era entrato in testa, insieme all’immagine (qui a fianco) dell’uomo sorridente con il grembiule ed i guanti in lattice gialli, sceso di corsa dalle scale. La ragazza urla al telefono, lo sbatte in faccia al malcapitato di turno e spalanca la porta. Davanti a lei, l’uomo in camicia, cravatta e guanti che poco prima era intento a lavare i piatti.

Vi arrendete?

Lo spot di cui parlo fa parte della Campagna “Cogli l’attimo” di… FIAT. Promuoveva le (allora) nuove promozioni su Punto e Multipla. Si trattava di una pubblicità di automobili.

Ci siete rimasti un po’ male? 🙂
Pensate a con quale facilità a voi è rimasto in mente quel “Adesso esco e vado con il primo che incontro!”, oppure quel “Buonaseeeera”. Almeno una volta, ne sono sicuro, lo avete imitato anche voi. Eppure la maggior parte di voi non sarà riuscita a ricordare che cosa pubblicizzava lo Spot. Questo perché FIAT ha perso una grande occasione, dimostrandoci nel frattempo come la Viralità di un Contenuto e la sue modalità di Declinazione possono portarlo a scavalcare lo stesso Brand che pubblicizza.

Nello Spot (potete rivederlo su YouTube),  non compare nemmeno l’ombra di un’automobile ed il Logo Fiat compare una sola volta, per mezzo secondo, alla fine. La presentazione delle promozioni segue la scena divertente ed è presentata con voce fuori campo e scritte su sfondo colorato, che portano alla Headline: “Cogli l’attimo”.
La “scenetta” al centro dello Spot vede un uomo in grembiule e guanti di lattice, intento a lavare i piatti ed una donna vestita da sera che urla al telefono. Non c’è niente che funga da richiamo all’automobile, solo telefono, cucina e pulizia delle stoviglie. Contenuto divenuto Virale, ma senza alcun riferimento a Brand e Prodotto al suo interno. Così, il “Cavallo di Troia” è arrivato senza niente al suo interno.

Il Viral Marketing non è nuovo. Anzi, è una delle forme di Comunicazione più antiche e si declina nel Passaparola. Il vero contenuto Virale diventa Comunicazione, parte integrante del linguaggio comune, insieme però al Brand. Un esempio? “C’è Gigi?”
Secondo me molti di voi hanno risposto “E la Cremeria?” 🙂
In questo caso, al Viral è legato il Brand. “La Cremeria” di Motta.

Vi vengono in mente altri esempi? Ce ne sono moltissimi!

One comment

Leave a Reply