Social Media Strategies & Web Marketing Solutions

Foursquare for Business Marketing? Forse è ancora presto.

Che cos’è Foursquare?

Foursquare è un Social Network basato sulla geo-localizzazione che incorpora anche elementi di gaming.

Attraverso l’utilizzo di applicazioni Smartphone (disponibili per iPhone, Android, Blackberry, e Windows Mobile), gli utenti registrati a Foursquare hanno la possibilità di dichiarare la propria posizione geografica  in ogni momento, segnalando la loro presenza in una piazza, in un locale, presso un ufficio, un negozio od ogni altro luogo in cui si trovino. Ad ogni segnalazione della propria posizione (Check-In), gli utenti possono allegare un breve testo (come accade per Twitter o per i messaggi di stato su Facebook) nel quale descrivono cosa stanno facendo in quel posto o più semplicemente cosa pensano.

All’elemento Community si aggiunge anche un elemento di gioco. Ad ogni Check-In, infatti, vengono assegnati dei punti che consentono di conseguire, nel tempo, diverse medaglie da appuntare sul proprio Profilo. Queste medaglie (Badges) vengono assegnate per il completamento di vari obiettivi, come l’aver effettuato 10 Check-In in 10 posti diversi, l’essere usciti per più serate consecutive e così via. Come vedremo, chi gestisce attività adatte (discoteche, pub, bar, etc.) può creare delle altre medaglie e legarle a promozioni di vario tipo. Anche marchi ed istituzioni come Starbucks e la Harvard University hanno una loro Badge personalizzata.

Un altro elemento di gaming all’interno di Foursquare è rappresentato dalla possibilità di essere incoronati “Sindaco” (Mayor) dei luoghi che si frequentano più spesso (in corrispondenza dei quali si ha effettuato un gran numero di Check-In in un breve lasso di tempo). Ad esempio, è possibile ottenere la carica (Mayorship) presso il bar che si frequenta ogni sera con gli amici oppure presso gli uffici in cui si lavora. Il sindaco di ogni luogo è indicato nella relativa pagina di Check-In ed è visibile agli altri utenti, i quali possono a loro volta competere per sottrarre al sindaco la sua carica. Anche questo elemento è utilizzabile dai gestori di locali per promuovere iniziative legate a Foursquare, offrendo ad esempio consumazioni gratis al Mayor in carica.

Sono gli utenti stessi di Foursquare a contribuire alla costruzione della Mappa del mondo virtuale: ognuno ha la possibilità di indicare con nome, posizione, indirizzo e numero di telefono i luoghi (Venues) che frequenta e che ancora non esistono. La gestione dei contenuti è affidata alla Community (in stile Wikipedia) e chi lo desidera può aggiungere informazioni relative ai luoghi oppure correggere le esistenti se errate od imprecise. Se si è gestori di un locale segnalato sulla Mappa, è possibile reclamare il proprio ruolo e – in seguito ad una verifica da parte del personale di Foursquare – ottenere l’accesso esclusivo alla modifica dei dati citati sopra ed ad una sezione speciale che permette di visualizzare le statistiche della pagina del locale stesso. All’interno di questa sezione, è possibile visualizzare gli accessi degli utenti, la loro frequenza ed altri dati da analizzare ed utilizzare per promozioni od iniziative.

Frequentando le Venues (locali, negozi, uffici ed ogni altro luogo) gli utenti di Foursquare possono lasciare indicazioni (Tips) per gli altri utenti in merito a cosa è possibile o consigliabile fare in quel determinato posto. Ad esempio, all’interno di un pub, è possibile consigliare un determinato Drink da ordinare e provare assolutamente. Lo stesso vale per cose particolari da vedere all’interno di una mostra, piatti speciali di un ristorante e quant’altro. I Tips hanno come variante i To Do. Questi, a differenza dei primi, sono prevalentemente note per sé stessi e non per gli altri: ad esempio, “La prossima volta che torni qui, ricordati di NON ordinare il pollo alla piastra”, oppure “Ricorda di tornare qui e provare gli spaghetti con frutti di mare!”. Anche queste note sono, ovviamente, da abbinare ai vari luoghi visitati.

E’ possibile utilizzare Foursquare per Marketing e Business?

Foursquare, attivo da più di un anno ma in diffusione solo recentemente in Italia, ha sempre dimostrato un forte orientamento al Business. Lo stesso Social offre, attraverso la pagina dedicata, vari consigli e strumenti per utilizzare Foursquare per organizzare concorsi, promozioni o pubblicizzare la propria attività in modo innovativo. Traduco qualche esempio dalla pagina citata sopra:

  • Mayor Specials: sbloccata soltanto per il Mayor (Sindaco) del tuo locale. Chi è il Mayor? E’ il tuo cliente più affezionato! (L’utente che ha completato più Check-In negli utlimi 60 giorni)
    [es. “Foursquare ti ha incoronato Mayor? Goditi una porzione di patatine fritte, completamente gratis!”]
  • Check-in Specials: sbloccate quando un utente effettua il Check-In nel tuo locale un certo numero di volte.
    [es. “Foursquare dice che sei stato qui 10 volte? Allora hai diritto ad un drink gratis!”]
  • Frequency-based Specials: sbloccati ogni X Check-In.
    [es. Gli utenti Foursquare hanno diritto al 20% di sconto su tutte le ordinazioni ad ogni QUINTO Check-In!”]

Tutti questi tipi di promozione sono attivabili da chi ha dichiarato di gestire una Venue ed è stato riconosciuto dal sistema Foursquare come proprietario della stessa. Si tratta di meccanismi già pronti all’interno di Foursquare! Ovviamente, però, ognuno può sbizzarrirsi per inventare la promozione giusta per il suo locale. Il Social stesso permette di richiedere cartelli e loghi speciali da appendere nel locale, accanto alla cassa o dovunque si voglia per promuovere le proprie iniziative.

Negli USA, dove Foursquare è molto più frequentato e conosciuto, le modalità di promozione tramite questo Social sono già diffuse.

L’immagine qui a fianco, ad esempio, mostra come un semplice foglio all’ingresso del locale possa annunciare la promozione “Il Mayor Foursquare Beve Gratis!”. In un’area nella quale i Check-In sono frequenti (e nella quale sono dunque presenti molti utenti Foursquare) questo può incentivare facilmente l’inizio di un gioco-virale che porti gli utenti stessi a contendersi il titolo di Mayor/Sindaco, frequentando più spesso il locale ed effettuando il Check-In. Anche se a giocare non sono tutti i clienti del locale, i contendenti arriveranno comunque accompagnati dagli amici, con un ritorno in termini economici per il business.

Foursquare è, quindi, una minera d’oro per affari e marketing?

Purtroppo no. Non ancora, almeno. Anche se le potenzialità di promozione tramite Foursquare sono molto ampie, infatti, il sistema ha alcuni limiti.

Il principale è di tipo tecnico e costituito dalla possibilità di effettuare Check-In “falsi”: dichiarare la propria presenza in luoghi dove non ci si trova veramente. Questo, dunque, andrebbe a falsare i risultati di qualsiasi tipo di concorso presentato in precedenza. L’applicazione per Smartphone attraverso la quale si effettua la propria geo-localizzazione, infatti, utilizza il sistema GPS integrato del telefonino oppure rileva la posizione approssimativa dell’utente individuando la posizione del ripetitore telefonico più vicino. Considerando un margine di errore, l’applicazione mostra le Venues (i vari locali e luoghi segnalati dagli utenti) più vicini alla determinata posizione utente. Questo fa sì che lo stesso possa effettuare il Chech-In in più posti, anche solamente trovandosi nelle loro vicinanze e senza trovarsi, ad esempio, materialmente in un locale e senza avere acquistato nulla. E’ questa approssimazione a rendere molto più difficile di quanto sembri la promozione di una attività via Foursquare.

Ovviamente è possibile pensare a diverse soluzioni “umane” per ovviare al limite tecnico. Ad esempio, si può pensare ad una lavagna nel locale in cui affiggere la Classifica Ufficiale del concorso per Mayor, controllando gli effettivi Check-In chiedendo agli utenti di effettuarli in tempo reale alla cassa e considerando solo quelli come “in gara”.

La strada migliore per risolvere definitivamente il problema, a mio parere, è stata imboccata dagli sviluppatori di Shopkick e della tecnologia “Shopkick Signal”!

L’applicazione Shopkick, che utilizza l’API di Foursquare, richiede l’installazione di un dispositivo Hardware (“Signal”) che automatizza e rende sicuro il processo di Check-In all’interno di negozi e locali. Lasciando l’applicazione attiva sul proprio telefono, infatti, questo interagirà con il segnale trasmesso dall’hardware solo e soltanto all’interno di una determinata area. Tale interazione registrerà un Check-In automatico per il cliente che è entrato senza che egli debba compiere alcuna azione sul suo telefonino, attribuendogli punti (Kickbucks), sconti o sbloccando per lui promozioni e vantaggi.

Ovviamente, anche questo sistema ha i suoi punti deboli. Ad esempio, la necessità di creare una Partnership con Shopkick ed acquistare/installare/mantenere attivo l’hardware all’interno della propria attività. Sembra, inoltre, che l’utente debba mostrare il suo telefonino per poter ricevere gli sconti ed usufruire delle promozioni. Questo, ovviamente, a discapito della velocità alla cassa ed al costo, per i gestori, di formare il personale addetto allo scopo.

Il Santo Graal del marketing location-based probabilmente esiste, ma deve ancora essere trovato! Tu cosa ne pensi? Scrivilo nei commenti!

Risorse utili

Articolo su Shopkick in italiano: http://www.kawakumi.com/2010/08/04/shopkick-in-arrivo-la-convergenza-definitiva-tra-mobile-e-offline/

Video (in inglese) che mostra il reale funzionamento di Shopkick con una prova pratica: http://techcrunch.com/2010/08/03/shopkick/

Foursquare for Business: http://foursquare.com/businesses/

Esempi (in inglese) di promozioni attivate da Brand e locali su Foursquare: http://socialfresh.com/foursquare-case-studies/

One comment

Leave a Reply